Ipoglicemia

L’ipoglicemia, l’abbassamento del livello degli zuccheri presente nel sangue, è un fenomeno spesso incontrato nei cuccioli di piccola taglia.
I motivi per cui i cuccioli sono predisposti all’ipoglicemia sono dovuti al fatto che presentano un fabbisogno di glucosio per Kg di peso corporeo 2 o 3 volte superiore a quello dell’adulto.I cuccioli necessitano di tanta energia ma il loro stomaco è piccolo, per cui, in mancanza di scorte delle sostanze da cui ricavare gli zuccheri, e limitata capacità di immagazzinamento del glicogeno, anche la breve carenza (ad esempio, quando il cucciolo non si è alimentato correttamente, saltando magari un pasto) può causare effetti gravissimi.
I pasti di un cucciolo devono essere numerosi (almeno quattro volte al giorno) e possibilmente negli stessi momenti della giornata.

I segnali che si avvertono in un cucciolo che sta per avere una crisi ipoglicemica, sono visibili nella mancanza di forze, riflessi deboli o la loro assenza, nel movimento che non è stabile. Immediatamente interrompono i loro giochi e dormono, come se fossero andati in letargo, non rispondendo a sollecitazioni. Questa condizione diventa veramente pericolosa se non si interviene immediatamente. Infatti, da uno stato di sonno profondo possono passare ad uno stato comatoso e quindi morire.

Immediatamente, con una falange di un nostro dito, prendere 1 centimetro di Nutri Plus in pasta od in mancanza miele od altro tipo di zucchero, da somministrare sotto la lingua del cucciolo. Questa operazione va ripetuta ogni 15-20 minuti fino a che il cucciolo non si riprende. Durante questo periodo il cucciolo va tenuto tranquillo ed al caldo. Se dopo 30 minuti non si vede alcun effetto, bisogna rivolgersi al veterinario che provvederà a somministrare delle dosi di glucosio in vena.

Si raccomanda di lasciare sempre disponibile al cucciolo mangime secco, specialmente nei cuccioli che sono in fase di crescita, ed al di sotto di kg. 1,0 di peso.

Una volta al giorno, si può comunque somministrare, secondo le modalità sopra descritte Nutri Plus, fino a che il cucciolo non abbia compiuto 4-6 mesi di età.

Nell’alimentazione quotidiana, bisogna evitare però i cibi contenenti degli zuccheri, perché aumentano le oscillazioni del livello di zucchero nel sangue.

Un recente studio ha dimostrato che la mortalità dei cuccioli è del 17,4 % prima dello svezzamento, mentre scende al 4% dopo lo svezzamento. Le perdite più grosse avvengono durante la prima settimana (55,6%). Lo svezzamento porta invece a nuovo picco di mortalità che si esaurisce dalla 12a settimana.

Le fonti:
http://www.mistymeadowschis.com/italia/ipoglicemia.htm
http://www.aamefe.org/pediatria_it.html PEDIATRIA dei PICCOLI ANIMALI
http://publications.royalcanin.com/renvoie…session=2736175
http://www.chihauhau.republika.pl/zywienie.html